Pomodori confit

Avevo sempre sentito parlare dei pomodori confit, visto tante ricette e accostamenti, mi incuriosivano e l’altro giorno ho voluto provarli. Niente di più semplice, certo un po’ noiosi da fare anche perchè conviene farne una certa quantità, perchè si possono conservare in frigo per circa 1 settimana e perchè, dovendo cuocerli in forno per più di un’ora sarebbe antieconomico farne piccole quantità per volta. E poi sono buonissimi e talmente versatili che potete usarli dall’antipasto ai contorni. Ottimi con le bruschette, nei condimenti di pasta, nelle grigliate, come contorno, come accompagnamento di piatti a base di salumi o formaggi o come semplice guarnizione di un piatto di pesce o carne al forno o grigliata.
Il sapore è unico, fresco e ricco di profumi mediterranei, ogni piatto diventa speciale.

Suggerimenti:
Potete conservarli in frigo per qualche settimana riposti in un barattolino e coperti di olio.
Potrebbe essere anche un’idea regalo da portare ad una cena informale o ad una grigliata, magari in un grazioso barattolino decorato con una etichetta e avvolto in un foglio di carta crespa fermata da un nastrino.

La ricetta

Ingredienti:
Pomodorini o pomodori piuttosto sodi, tipo S.Marzano, pachino, datterini, piccadilly
zucchero
fior di sale
pepe nero
aglio
timo
origano
olio extravergine di olive

Lavate i pomodori e tagliateli a meta’ o a quarti se sono piuttosto grossi. Disponeteli in una teglia e conditeli con una spolverata di zucchero, fior di sale, una macinata di pepe nero, un trito di aglio e timo, origano o basilico essiccato. Irrorate con l’olio e infornate in forno ventilato per circa un’ora e mezza a 130° o a 100° per due ore o fintanto che non abbiano perso tutta l’acqua.