Frutta martorana. Frutti di marzapane tipici della festa dei morti a Palermo

Frutta martorana

Dolcissimi frutti di martoranaLa frutta martorana deve il suo nome alla chiesa di Santa Maria dell’Ammiraglio, detta anche della Martorana, che si trova nei pressi del monastero benedettino fondato dalla nobildonna Eloisa Martorana nel 1194.
Secondo una nota tradizione, le monache, per abbellire il giardino del convento per la visita del papa, crearono i frutti di marzapane per sostituire quelli veri che erano stati raccolti.
Oggi l’abilità e la fantasia dei pasticcieri ha dato vita a forme davvero straordinarie, dalla frutta si passa al pesce, a invitanti crostacei e polpi, per arrivare al famoso panino con la milza o al pane e panelle o ad appetitosi piattini di pasta con i broccoli o con i piselli, tutto rigorosamente di pasta reale.
Tradizionalmente, la frutta martorana viene regalata ai bambini per la Festa dei Morti nel tipico “cannistru” insieme ad altri biscottini e dolcini che non possono mancare in questa occasione, come il misto e le ossa di morto. Ancora oggi viene spesso preparata in casa e diventa un’occasione di divertimento per grandi e piccini che sbizzariscono la loro fantasia nel colorare i frutti e le altre preparazioni.
Di martorana, o pasta reale, sono pure le pecorelle che si preparano in occasione della Pasqua.

Vassoio di frutta martorana. Tipico dolce della festa dei morti a PalermoLa ricetta

Ingredienti:

1 kg di farina di mandorle
1 kg di zucchero a velo
100 g di glucosio
150 ml d’acqua
8 gocce di aroma di mandorla
una bacca di vaniglia

Formine per fare i tipici frutti di martoranaAmalgamare tutti gli ingredienti e lavorare il composto fino ad ottenere un impasto piuttosto omogeneo.Con gli appositi stampini, o semplicemente lavorando la pasta con le mani, formare i frutti e sistemarli su uno strato di farina per farli asciugare qualche giorno.

Frutta martorana. Un tripudio di colori nei piu' svariati frutti
Colorate i frutti con colori alimentari, fate asciugare ancora per qualche giorno e infine lucidateli con gomma arabica sciolta in pochissima acqua.

Cassettina con frutta martorana. si regala ai bambini per la festa dei morti a Palermo


Disponeteli su un piatto, in un cestino o nelle tipiche casettine in legno colorato e decorate con fili di carta variopinta.